X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Premio d'Architettura Alto Adige 2013

Benvenuti sulla pagina web dedicata al 7. Premio di Architettura 2013. Il Premio di Architettura viene indetto ogni due anni dalla Fondazione Architettura Alto Adige e vengono premiati i migliori progetti realizzati in Alto Adige e ultimati dopo il 2008. Una giuria ha selezionato tra i 149 progetti consegnati i migliori 4 per ogni categoria (public, housing, office & industry, tourism, open spaces, interior e renovation). Questi 28 progetti sono pubblicati su questa pagina web. I risultati verranno resi pubblici il 21 novembre 2013, alle ore 20.00 in occasione della festa dell’Architettura presso l’Auditorium Haydn di Bolzano. Vi saranno un 1° premio, un vincitore per ogni categoria ed uno scelto dal pubblico.

Ulteriori Informazioni trovi sul sito www.arch.kultura.bz.it
Torna indietro

Palestra artificiale Bressanone

Public

Anno di costruzione

Realizzazione 2012

Numero del progetto

045

Dettagli

Nuova costruzione

Architetto/Partner

Arch. Wolfgang Meraner

Arch. Lanz Barbara

Arch. Mutschlechner Martin

 wolfgang meraner architekt & Lanz + Mutschlechner – stadtlabor 

La palestra di roccia di Bressanone è collocata in una posizione urbanisticamente prominente motivo per il quale è stata progettata in maniera esigente sia esteticamente che formalmente. Attraverso una costruzione trasparente delle facciate, natura e paesaggio vengono trasportate nell’edificio ed allo stesso tempo l’interno appare visibile dall’esterno. La costruzione delle facciate a più strati determina un effetto Moiré, che per l’osservatore in movimento è motivo di sempre nuove impressioni tanto da mettere sia l’utilizzatore dall’interno, come pure l’osservatore dall’esterno, in una relazione dinamica verso la palestra di roccia. Nella progettazione della palestra di roccia presupposti fondamentali sono gli aspetti ecologici e la sostenibilità. Questi sono determinati da una progettazione dettagliata ed un concetto climatico basato su facciate a più strati, aereazione come pure risparmio di calore mediante zone intermedie nella costruzione delle facciate e la creazione nell’edificio di masse di accumulo. Grazie all’utilizzo dell’energia solare, all’involucro della facciata stagionalmente modificabile, alla naturale aereazione e ventilazione risulta non necessario l’utilizzo di un raffreddamento meccanico il che rende possibile un significativo risparmio dei costi di costruzione e di gestione. Il collegamento della palestra di roccia avviene sul lato sud dalla nuova piazza cittadina, sul lato nord dal parco cittadino situato ad un livello sopraelevato; è previsto un allacciamento al nuovo garage sotterraneo; il collegamento accessibile agli handicappati garantisce l’utilizzo per scopi terapeutici. La struttura aperta della palestra di roccia, con le sue fisse torri di arrampicata, consente lo sguardo verso l’esterno su parco e piazza, nonché verso l’interno sulla totale palestra. Il concetto tecnico di arrampicata rende la palestra idonea sia per arrampicatori sportivi che del tempo libero, per esercitazioni e concorsi.

teamBLAU