X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Premio d'Architettura Alto Adige 2013

Benvenuti sulla pagina web dedicata al 7. Premio di Architettura 2013. Il Premio di Architettura viene indetto ogni due anni dalla Fondazione Architettura Alto Adige e vengono premiati i migliori progetti realizzati in Alto Adige e ultimati dopo il 2008. Una giuria ha selezionato tra i 149 progetti consegnati i migliori 4 per ogni categoria (public, housing, office & industry, tourism, open spaces, interior e renovation). Questi 28 progetti sono pubblicati su questa pagina web. I risultati verranno resi pubblici il 21 novembre 2013, alle ore 20.00 in occasione della festa dell’Architettura presso l’Auditorium Haydn di Bolzano. Vi saranno un 1° premio, un vincitore per ogni categoria ed uno scelto dal pubblico.

Ulteriori Informazioni trovi sul sito www.arch.kultura.bz.it
Torna indietro

Unire, Öhler Woman, Bressanone

Interior

Anno di costruzione

Realizzazione 2012

Numero del progetto

101

Dettagli

Ristrutturazione

287 m²

Architetto/Partner

Arch. Gerd Bergmeister

Arch. Michaela Wolf

 bergmeisterwolf architekten 

Il negozio di vestiti di Öhler è uno degli ultimi negozi tradizionali rimasti sotto i portici di Bressanone. Il pavimento in legno invecchiato col tempo denuncia il suo aspetto originario, così come anche tutti gli arredi.
La sfida consiste in questo, nel mantenere in parte l`arredo del precedente negozio di ferramenta, adattandolo ad un moderno negozio alla moda, senza però annientare il fascino delle preesistenze.
Per ottenere ciò lo spazio, riadattato nel corso degli anni, doveva essere riportato allo stato originario. per questo motivo sono stati eliminati determinati muri e un soffitto esistenti. Alcuni scaffali sono stati tagliati e “ricuciti” con corpi di acciaio.
Si è cercato di raggiungere l`idea complessiva secondo cui il preesistente e i nuovi mobili in acciaio dovevano porsi in dialogo tra loro.
Le luci su misura perfezionano l`aspetto complessivo in modo efficace. I colori sono anche stati un tema centrale, come contrasto tangibile tra il nuovo e il vecchio. I toni marroni dell`esistente si mescolano con i toni scuri dell`acciaio, i materiali caldi, morbidi dei vecchi mobili si pongono in un contrasto armonico con il freddo dell`acciaio.
Su determinate parti i nuovi corpi di acciaio vengono rovesciati, sempre con l`intenzione di rendere visibili gli elementi preesistenti e non da ultimo anche percepibili. Un gioco di interstizi.

teamBLAU