X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

Premio d'Architettura Alto Adige 2013

Benvenuti sulla pagina web dedicata al 7. Premio di Architettura 2013. Il Premio di Architettura viene indetto ogni due anni dalla Fondazione Architettura Alto Adige e vengono premiati i migliori progetti realizzati in Alto Adige e ultimati dopo il 2008. Una giuria ha selezionato tra i 149 progetti consegnati i migliori 4 per ogni categoria (public, housing, office & industry, tourism, open spaces, interior e renovation). Questi 28 progetti sono pubblicati su questa pagina web. I risultati verranno resi pubblici il 21 novembre 2013, alle ore 20.00 in occasione della festa dell’Architettura presso l’Auditorium Haydn di Bolzano. Vi saranno un 1° premio, un vincitore per ogni categoria ed uno scelto dal pubblico.

Ulteriori Informazioni trovi sul sito www.arch.kultura.bz.it
Torna indietro

W 01

Interior

Anno di costruzione

Realizzazione 2012

Numero del progetto

047

Dettagli

Nuova costruzione

160 m³

Architetto/Partner

Arch. Kammerer Philipp

 Architekturbüro Philipp Kammerer 

Il compito è stato quello di adeguare lo spazio interno di un appartamento, già definito dal costruttore, alle specifiche esigenze abitative dell´acquirente.

E` stato modificato il concetto di suddivisione dello spazio interno, poiché l`intenzione del progetto originario prevedeva una suddivisione interna tradizionale in piccoli frammenti spaziali sepparati.
Il disegno attuale invece non prevede alcuna separazione spaziale. Insomma l`appartamento è privo di muri interni.



Le singole funzioni abitative sono integrate, su richiesta dell`acquirente, nel mobiliario. I corpi volumetrici sono disposti nello spazio interno in modo da creare quattro zone corrispondenti ad altrettante funzioni abitative principali:
studio
soggiorno
riposo
bagno.

Questi quattro ambiti vengono percepiti non solo grazie alla disposizione fisica dei mobili, ma anche in base alla varietà di atmosfere luminose. Ognuna delle quattro zone è collegata visualmente con le altre.

Per la materializzazione fu scelta, con piena coscienza, una componente astratta ed un tessuto dalla superficie piuttosto estranea alla stabilità: pannelli di legno neri.

Questi solidi si trasformano in mobili, cioè in qualcosa che ha un carattere spiccatamente temporaneo e che in qualsiasi momento può essere modificato senza grande sforzo oppure può essere anche integrato.

teamBLAU