X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.

IX. Premio d'Architettura Alto Adige 2019

Benvenuti sulla pagina web dedicata al Premio di Architettura 2019. Il Premio di Architettura viene indetto ogni due anni dalla Fondazione Architettura Alto Adige e vengono premiati i migliori progetti realizzati in Alto Adige da gennaio 2014 e ultimati entro l'11 ottobre 2018. Una giuria seleziona in una prima fase i quattro finalisti per categoria che costituiranno le opere poi sottoposte alla valutazione del pubblico. Le categorie sono:


- Edici pubblici
- Residenze
- Edifici per il lavoro e il turismo
- Spazi aperti ed infrastrutture
- Allestimento degli interni
- Riqualificazione dell’esistente
- Export

I 30 progetti vengono pubblicati su questa pagina web. I vincitori verranno resi noti con una premiazione pubblica durante la

“festa dell’Architettura”
che avrà luogo l’11 gennaio 2019,
presso il NOI Techpark in via A. Volta 13 a Bolzano



Ulteriori Informazioni sul sito www.fondazione.arch.bz.it
Torna indietro

Casa Abitativa Pliscia 13

Housing

Anno di costruzione

Realizzazione 2013

Numero del progetto

037

Dettagli

Nuova costruzione

1520 m³

Architetto/Partner

Arch. Alexander Pedevilla

Arch. Armin Pedevilla

Arch.. PEDEVILLA ARMIN

 Pedevilla Architekten  

Premio del pubblico & Premio "Housing"

In uno sviluppo residenziale di marebbe a 1. 200 metri è situato l’ensemble edificiale con riferimento a una forma di costruzioni tradizionale del “Viles”.
Le due strutture sfalsate con il loro prudente inserimento nel fianco della collina corrispondono al tipo di azienda agricola locale a coppia. Ornamenti regionali e caratteristiche, come il tetto a falde, la loggia e le facciate in legno vengono registrate e ricodificate con un’interpretazione chiara e indipendente.
La riduzione di alcuni materiali ottenuti dall'ambiente circostante (dolomite per cemento, massello di pino e larice), corrisponde pure alla costruzione tradizionale, come l'idea di sostenibilità.
Negli interni selettivamente illuminati si incontrano il pino caldo e il plaid morbido con il cemento bianco a vista il cui insieme forma una composizione e arrangiamento emozionante.
La propria sorgente d’acqua, l’energia solare passiva, l’energia geotermica ed un sistema fotovoltaico forniscono la casa con le fonti di energia necessarie a rendere l’edificio autosufficiente.

teamblau